Itinerari - Apricena e l'arte della Pietra
Apricena è una cittadina di circa 13.500 abitanti, conosciuta soprattutto per l’esportazione della sua pietra: un carbonato di calcio dalle differenti sfumature che conta estimatori in tutto il mondo. Ma la storia di Apricena è antichissima, la sua fondazione risale presumibilmente al VI - VII secolo a.C. ad opera degli Illiri Dauni esuli dalla città di Uria, sommersa dal lago di Varano in seguito ad un’inondazione. 
In seguito alla conquista romana ritroviamo la città nel II sec a.C. col nome di Precina, toponimo che conservò fino a quando l’imperatore Federico II, affezionatissimo al luogo ed ai suoi abitanti, non la dichiarò demanio imperiale, mutandone il nome in Apricena per ricordare un sontuoso banchetto a base di cinghiale (aper) offertogli dagli abitanti del luogo. 
Fu completamente rasa al suolo dal tremendo terremoto del 1627 e ricostruita in soli tre anni dalla solerte popolazione. Sulle macerie della residenza federiciana (domus precinae) la famiglia dei principi Bancia edificò un castello situato al centro della città, oggi ben conservato, ma in attesa di un pubblico utilizzo. 
Altre tracce del periodo normanno-svevo sono la rocca di Castel Pagano, avamposto precedentemente bizantino, e il Pozzo Salso voluto dall’imperatore in persona e rimasto intatto fino ai giorni nostri.
 
Da non perdere:
 
Il Festival Jazz "Suoni In Cava" che si tiene nella Ccava Pizzicoli nella seconda metà di agosto.
Il Santuario di Maria SS. Incoronata, testimone di una tradizione quasi millenaria di devozione e spiritualità.
La Rocca di Castel Pagano, posta su una imprendibile propagine del massiccio garganico è stata oggetto di scavi che l'hanno resa un monumento da visitare assolutamente. Pirro Nord, per gli appassionati di storia, paleoetnografia o semplicemente per i curiosi è un nome che non ha pari in Europa: indica infatti il sito dove sono state rinvenute le più antiche tracce della presenza umana sul continente: parliamo di un milione e mezzo di anni fa.
Un sito di notevole interesse religioso è il Santuario di Maria Santissima dell’Incoronata, il cui culto risale al 1200. Da non perdere è il Festival jazz “Suoni in cava” che si tiene ogni estate nella cornice di Cava Pizzicoli ed ospita ogni anno il meglio del panorama jazzistico internazionale.
Un’altra cava famosa è la cava Dell’Erba, in località Pirro Nord, dove sono stati rinvenuti i più antichi manufatti umani d’Europa, risalenti a 1.300.000 anni fa.

richiedi informazioni

IT EN DE FR


Villa Scapone
Litoranea Mattinata-Vieste Km 11,5
71030 Mattinata (Foggia)
Tel: +39 0884 559284
Fax: +39 0884 554000
eMail: info@villascapone.it






in evidenza
© Copyright Villa Scapone S.r.l. - Tutti i diritti riservati. - sviluppo web logovia